re: Indipendence day


Although we had to emigrate, although my country is far away, my heart and my soul are always there and always hope that the pride of our people and the infinite desire of our country, are always pushing to get up from this bad fall.

re: parco Uditore – Palermo

Ieri ero a Palermo e sono andato a correre con Giorgio Cambione al Parco Uditore nel consueto appuntamento del sabato mattina di Park run http://www.parkrun.it/

Prima dello start, sempre alle ore 9:00, un ragazzo, giovane, bello, pieno di energia, con estrema modestia è venuto davanti a noi a raccontarci le attività di questo parco e della associazione che insieme a tanti ragazzi come lui ha creato per tenerlo in ordine, a posto e frequentabile da bambini, mamme, gente di ogni età, gente libera.

Qualche ora dopo, vista la mia curiosità, Giorgio gentilmente mi ha raccontato che questo parco era stato preso di mira per costruire una serie di condomini e aree Regionali a cui la popolazione, insieme a questi ragazzi si è opposta con tutte le forze riuscendo a “guastare” la festa a quelli che volevano cementificare tutto e rendendolo per sempre una area verde per respirare aria pura e godere il sole e la luce.

Sono rimasto colpito da queste gesta in una città dove è arduo e a volte pericoloso compierle e sono rimasto invece pieno di ammirazione nel vedere il viso di questo ragazzo che raccontava la loro storia, senza arroganza, prepotenza, ma con grande unmiltà e civiltà.

Grazie che ci siete, qualunque gesto o cosa si possa fare per tenere viva la vostra “fiamma” si dovrà fare perchè è da queste piccole azione che il buon seme dell’antropcene si divulga fra la gente e le terre.

Grazie!

17.03.11 Parco Uditore - Palermo

re: racing again

Racing again since almost 5 months, after several injuries, tomorrow 11K to see how it goes, the NY half Marathon in two weeks!

Domani, dopo mesi di tendiniti, male al ginocchio e altri acciacchi vari, riparto da una 11K competitiva, la mezza Maratona fra due settimane.

http://www.polisportivalibertascernuschese.it/index.php/gare/gare-2/116-16-maratonina.html

446305_223462881_xlarge-1

 

re: Taffy

Lui era quello della Famiglia più di tutti, sorrideva sempre, trovava sempre una soluzione pacifista, tutti lo amavano, scherzava con la vita, l’amava e la odiava, sapeva conviverci, uno sgambetto ce l’ha portato via, oggi sono 40 anni!

Taffy a Sant’Andrea bagni 1975

 

Dicevo a mio Figlio stamani, che uno Zio così sarebbe stato quello migliore, anche con i suoi nipoti, lo vedo a fare programmi  e scorazzate tra mari e monti, cittá e verdi pianure con quel modo che aveva di fare star bene tutti, e loro lo avrebbero amato, adorato, difeso da chiunque.

Noi ad Atene 1976

 

Giusto parlare di chi non c’è più qui su questa terra, per me, anche se fisicamente è andato via, nel mio cuore non lo è mai, lui c’è, con quel suo sorriso e bontà, sempre.

Ciao Taffy!

Riccione 1975 – Villa Papini

Firenze 1976 – Piazza Santa Croce

re: 10 anni

10 anni, sembrano un soffio di vento che passa via, non me ne sono accorto, eppure tante cose sono accadute in questi 10 anni.

Oggi mi sembra un giorno da festeggiare come il compleanno. Una data che ti ricordi tutta la vita, nel momento che ti si ferma il cuore ti rendi conto che la vita va solo se va il cuore e per me, 10 anni fa, questa è stata una grande lezione.

Crediamo di essere un Dio in terra, imbattibili, insuperabili, eterni, ma quando ti arriva un infarto in pochi attimi ti rendi conto di quanto siamo vulnerabili, quanto la nostra vita sia un regalo da assaggiare ogni giorno.

Stamattina sono uscito in bicicletta per andare a Pavia e ritornare, avevo bisogno di pensare a questo giorno, senza alcuna conclusione, ma solo con i ricordi di quanto successe allora e dell’oggi.

Io ero esterrefatto, colpito, quasi abbattuto, provato, ma sempre con quell’ottimismo innato che mi accompagna e che mi diede ancora una volta la forza di uscirne fuori.

IMG_8619.JPG

 

Oggi ho detto tante volte grazie, quel momento è stato come una illuminazione e credo che qualsiasi momento tragico della vita lo sia e che sta a noi condividerlo nei rapporti umani, nel nostro cammino e nel nostro cuore.

 

re: a beautiful song

I just want to share this beautiful song (sad but a must) from a musician that I just discovered, Sufjan Stevens and link also to an Italian blogger that made a great description of the theme of this song.

https://lafinesoltanto.wordpress.com/2010/11/08/una-bella-canzone-triste-casimir-pulaski-day-di-sufjan-stevens/

Happy new year to you all!

 

 

“Casimir Pulaski Day”
D,C,Am,G

Re, Do, Lam, Sol

2, 3, 4

Goldenrod and the 4H stone
The things I brought you
When I found out you had cancer of the bone

Your father cried on the telephone
And he drove his car into the Navy yard
Just to prove that he was sorry

In the morning, through the window shade
When the light pressed up against your shoulder blade
I could see what you were reading

All the glory that the Lord has made
And the complications you could do without
When I kissed you on the mouth

Tuesday night at the Bible study
We lift our hands and pray over your body
But nothing ever happens

I remember at Michael’s house
In the living room when you kissed my neck
And I almost touched your blouse

In the morning, at the top of the stairs
When your father found out what we did that night
And you told me you were scared

All the glory when you ran outside
With your shirt tucked in and your shoes untied
And you told me not to follow you

Sunday night when I cleaned the house
I found the card where you wrote it out
With the pictures of your mother

On the floor at the great divide
With my shirt tucked in and my shoes untied
I am crying in the bathroom

In the morning when you finally go
And the nurse runs in with her head hung low
And the cardinal hits the window

In the morning in the winter shade
On the first of March, on the holiday
I thought I saw you breathing

All the glory that the Lord has made
And the complications when I see his face
In the morning in the window

All the glory when he took our place
But he took my shoulders and he shook my face
And he takes and he takes and he takes

Auguri per un Anno migliore.

Grazie a questo importante contributo che condivido pienamente, auguro Buon Anno a tutti.

Happy new Year to all!

 

Non mi sono sentito di dire Buon Natale. Di fronte ad un mondo che alza i suoi muri più o meno alti, non può essere un Buon Natale. Se fosse che, davvero, il Buon Natale recupera il senso vero e pr…

Sorgente: Auguri per un Anno migliore.

Forever Asleep

Ramblings of a 20 something about health, weight loss, books, movies, and life

Initiation

Sharing the light - Removing the veils

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

Kinky and Fashion

Recensioni, consigli e idee sulla moda Fetish