re: i ricordi più difficili

Questa mattina, leggevo sul Corsera di alcuni passi avanti importanti nella lotta contro il tumore al seno ed in particolare nei confronti dei tripli-negativi ed Her-2 che, alla luce dell’articolo che leggevo in pochi anni ormai, dovrebbero essere sconfitti.

Immagino quanta gente come me abbia sperato fino all’ultimo e quanta abbia letto questo articolo avendo perso, recentemente o non, una persona di questa terribile malattia.

Ricordo qualche mese fa, una amica e oncologa, che ha curato Elisabetta nelle due vesti, interpretando la prima e la seconda in maniera eccellente, che mi faceva presente quanto il primo anno sarebbe stato pieno di ricordi ed emozioni.

Infatti cosí è, e credo lo sia per tutti coloro che abbiano vissuto una esperienza cosí devastante.

Ogni attimo delle mie giornate, particolarmente in questi giorni dove la situazione, un anno fa, andava peggiorando drasticamente, è un ricordo vivo di quei momenti, del tenere duro, dello sperare in qualsiasi cosa potesse fermare la degenerazione delle cellule di quella meravigliosa creatura.

A volte penso che si poteva fare di più e le persone che mi conosconoi dicono che Dio è uno solo, ma il ricordo dell’impotenza davanti a questa malattia, ogni volta mi mette una profonda tristezza e sconforto.

L’anno scorso in questo periodo, tiravavo giù le armi, capivo che non potevo fare nulla, e l’angoscia mi prendeva dentro, rimanendo fuori sempre forte, per tutti quelli che mi erano intorno, che da me avevano bisogno di quello e non di una anima triste e spaventata di fronte ad una morte lenta ed inarrestabile.

Io credo che per qualsiasi persona al mondo, vedere la persona che ama, i suoi bambini che la vedono spegnersi, a poco, a poco, sia una esperienza che tocca il profondo del cuore, facendoci ricordare che ogni attimo della vita è un grande regalo e per nessuna ragione al mondo dobbiamo buttarlo via.

Condividere questi momenti è importante, condividere la sofferenza che provo è anche il desiderio di essere vicino e comprendere le persone che questo momento lo stanno vivendo ora o domani, sapendo che non sono sole e sapendo che non siamo soli!

20120512-142038.jpg

Annunci

2 Responses to re: i ricordi più difficili

  1. patrizia cosenza says:

    Lascia scivolare i ricordi tristi.
    Scioglili nel sudore delle tue corse.
    L’amore non si perde.
    Assume solo nuove forme.
    Lei e’ nel polline che respiri,nello sguardo profondo di tuo figlio.
    E tu senza saperlo,non sarai mai solo.

  2. Complimenti, bellissimi versi, profondi e reali! Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Forever Asleep

Ramblings of a 20 something about health, weight loss, books, movies, and life

Initiation

Sharing the light - Removing the veils

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

Kinky and Fashion

Recensioni, consigli e idee sulla moda Fetish

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: