re: la tomba di Famiglia

Avevo 5 anni, mio Padre guidava una automobile a Monfalcone con su mia Madre, e una distrazione, una fatalità, uno stop coperto, ha cambiato la vita di tante persone in un momento.

Per prima la sua, è morto!

Da quel momento sono rimasto orfano, di Padre ma anche di Madre, perché lei era troppo rotta da quel incidente a da quello precedente, nel 47’, dove perse entrambe i genitori, per poter accudire ad un figlio che desiderava amore e famiglia e che lei non poteva dare.

Da quel momento la mia vita è stata una corsa continua, alla sopravvivenza, al cercare di comprendere gli effetti di una Famiglia già da allora allargata, il distacco inconsapevole rivolto a quel bambino piccolo nato da un grande amore, che di colpo non esiste più, e tutto si infittiva di episodi difficili, duri da digerire e per me troppo piccolo ancora per riuscire ad ingoiarli. Li porto dietro da tutta la vita, e ancora ogni giorno si intrecciano nei miei pensieri, non facendo più quel male che facevano allora, ma rimanendo parte del mio dentro.

Mio Padre è morto benestante, dopo esservi fatto una gavetta tale come ad esempio 19 enne nei bar di Kolonaki, ad Atene, stava in piedi, perché non poteva sedersi ad un tavolo e pagare la consumazione.

E’ stato un eroe di guerra, ha fatto 4 stupendi figli, ha voluto bene alle sue due donne, ed è morto a 47 anni, dimenticandosi di lasciare una copia del testamento dal suo Notaio, e per questo si è andati verso il nulla, perdendo tutto o quasi, dalla Famiglia ai soldi ai suoi desideri e voleri.

Non sapendolo dove portare, mio zio Sergio, che è stato per me come un Padre e il mio più grande amico dopo la morte del mio vero, lo ha ospitato nella cappella dei Cannara a Busseto, per tanti anni, almeno aveva un posto decente dove stare.

Dopo la sua morte, tutto si è disfatto, tutti sono partiti per le loro case, la nostra Famiglia si era completamente sfaldata e io mi sono ritrovato al Collegio San Francesco di Lodi, solo!

Giurai fortemente a me stesso che un giorno avrei cambiato questa triste sorte, nell’essere sbattuti in qualche casa di qualche parente, nello stare anni in Collegio, nel prendere la bontà e/o la pena da altri Padri, piuttosto di rimanere vivo, di esserci in qualche modo, di stare a galla.

Oggi ho messo un piccolo mattone a questo desiderio, acquistando la tomba di Famiglia Meletiou.

Nel Comune di Palazzolo sull’Oglio BS, dove mio padre e quasi 11 mesi fa Elisabetta, sono sepolti.

Giovedì prossimo 24 Maggio, saranno riuniti sotto un unico tetto, insieme anche a Kay, la madre dei miei 3 Fratelli, nella nostra Famiglia, nei Meletiou riuniti, così come mio Padre avrebbe voluto, così come Elisabetta ha lasciato a me, nel suo Testamento, il compito di farlo.

Annunci

10 Responses to re: la tomba di Famiglia

  1. ed è veramente un caso se pubblico questo articolo il giorno del suo compleanno! Tanti auguri Papà!

  2. gus61 says:

    Caro Nik,
    Ia vita è strana e spesso non guarda In faccia a nessuno per la sua crudeltà.
    I tuoi genitori hanno sicuramente un grande merito, hanno messo al mondo una splendida Persona, Tu.
    Ti auguro tutta la serenità che cerchi e che meriti. Gus

  3. patrizia cosenza says:

    Ci sono esseri,che attraversano la nostra vita come trasparenze intangibili.
    Altri invece,tracciano solchi indelebili nella memoria .
    Resistendo agli anni,alla polvere dei ricordi,al caos.
    Restano,come custoditi in uno scrigno.
    Fra le poche cose davvero preziose.
    Per miracolo.
    Per sempre.

    • Sei brava Patrizia, in questa metafora di versi! Complimenti! Nicolas

      • alfredpatti says:

        E tu con le tue parole dense di verita’ tagli il traguardo.. La tristezza alberga nella vita di tutti e non e’ certo solo roba tua..
        Ma pochi come te,la sanno tradurre in forza,energia e generosa condivisione.Troppi si mascherano di sorrisi ipocriti,altri si fingono felici e vincenti a tutti i costi,come se il dolore non li potesse toccare.Ridicoli.
        C’e’ bisogno di sentire meno cazzate e piu’storie vere.Almeno io.
        Grazie

  4. cinzia says:

    un altro tassello,triste,di te……ecco perchè corri nicolas,,,,corri,corri non ti fermare….mai.

  5. fulvia says:

    Come dicevamo quel giorno.. le grandi prove la vita ne propone solo a persone grandi, che sono le sole ad essere in grado di superarle!! Tu sei una persona unica e speciale!!!!

  6. Cinzia, io credo che ognuno di noi, sia stato fatto per poter sopportare i “suoi” pesi della vita.

    Probabilmente chi di più e chi di meno, e questo non sta a significare che uno possa essere più bravo e più forte dell’altro e/o viceversa, ma solo il fatto che uno è stato fatto per portare tanto, e quel tanto è quello che la vita ti porta, nel suo percorso.

    Però vorrei riprendere questo discorso una volta che mi sono confrontato con una persona che attualmente mi sta facendo agopuntura, per un fastidioso acufene, e con il quale, durante una seduta abbiamo condiviso quanto sopra, prendendo spunto da un racconto, che ora non ricordo da dove nasca, ma che senz’altro mi piacerebbe approfondire, ciao!

  7. rossana maria says:

    Invece spero che tu un giorno ti possa fermare per riuscire a rimanere con te stesso in pace e serenita’, e condividere la vita con i tuoi affetti piu’ cari, uomini e animali compresi…
    Se riuscirai a ritagliarti 2 o 3 giorni vorrei farti conoscere il mio luogo magico: l’Eremo della Trasfigurazione a Collepino, in Umbria. Andai per la prima volta nel 1987 e da quel giorno finalmente ritrovai tutta me stessa. Con tanto bene, ross

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Forever Asleep

Ramblings of a 20 something about health, weight loss, books, movies, and life

Initiation

Sharing the light - Removing the veils

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

Kinky and Fashion

Recensioni, consigli e idee sulla moda Fetish

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: