re: vado a trovare me stesso – 21 Gennaio – ALUVA, Kerala

Ieri è stata una giornata storica, sono riuscito a fare tutto, prima di tutto svegliarmi, poi correre, finire, fare un sacco di foto con la gente per strada che voleva un “momento” con uno straniero… fare le valigie, lasciare il bellissimo posto dove ero, salutare e andare all’aeroporto.

Prendere un aereo per me da qualche anno è diventato un problema, non perché abbia paura dell’aereo, ma perché ho un sacco di altre paure che butto sull’aereo!

DSCN1259
Prima o poi risolverò anche questo problema, con l’aiuto di quello che sto facendo.

Per questo mi porto sempre dietro un po di xanax, e al bisogno qualche goccia.
Memore della partenza trambusta da Milano e andando verso confini ignoti… mi sono detto, prendiamone un pochino in più del solito e ne ho prese 15 gocce pari ad una pastiglia e mezzo da 0,25mg e sono andato in dormiveglia, non riuscivo a tenere aperti gli occhi.

Per non avere stress sono salito sul taxi per andare all’aeroporto 3,5 ore prima, e ci vuole una ora per arrivare al domestic airport di Mumbai.

Destinazione KOCHI, Cochin dicono qui, nella regione del Kerala, a circa 2 ore di aereo da Mumbai, in pratica come un Milano Atene.

Mentre scrivo, sono le 10:00 di sera + 4,5h ci sono 36 gradi! CALDO!

Destinazione, un ospedale Ayurvedico, anzi, diciamo una clinica, che preoccupa meno.

DSCN1262

Comunque sia sono al Sarathy Ayurvedic Hospital, dalla dottoressa Lathika, una casa con una quindicina di camere, a 5K da Aluva, nel mezzo di natura, verde, animali e fiume antistante.

Un piccolo paradiso, caldo, dove praticano quello che da qualche anno sto seguendo con attenzione e che per la prima volta ho deciso di provare direttamente in loco.

Premetto che ci sono tantissime cliniche Ayurvediche alla “moda” in riva al mare con Bungalow e vista solo su una particolare malattia, lo stress da troppo tutto e l’illusione di venire in questi posti e con qualche trattamento passa tutto.

Non è così, questa è una vera clinica, ci sono malati Indiani e qualche straniero di cui una signora di origine Indiana, dottoressa anche lei, che però vive a Minneapolis da quando è nata e viene anche lei qui da tre anni ormai.

Quindi, posto “giusto” niente offerte turistiche ma cose concrete, anche se senz’altro le turistiche sono belle e divertenti, ma non è quello che sto cercando.

Devo ringraziare un amico, Ranjan, che vedrò fra pochi giorni al Nord dell’India, il quale attraverso un suo amico che vive a Kochi, mi ha trovato questa soluzione.

Sono mesi che leggo Deepack Chopra e non ultimo sono andato a sentirlo poco tempo fa a Roma, e sono convinto che questa medicina sia una buona base di cura, appunto nella cura di base, dove il problema si risolve dalla sua base e non come fa la medicina tradizionale nel colpirlo quando è già in moto.

Apro un lungo tema lo so, si dicono milioni di cose su questi temi, chi ci crede, chi non, chi a metà, chi non vede neppure ecc.

Io credo che ognuno di noi debba essere convinto di ciò che sta facendo, consigliato senz’altro da persone esperte, che ne sanno più di lui, ma la decisione finale deve essere sempre e rimanere tua.

Oggi comunque, risvegliatomi dalla botta di benzodiazepine della sera prima (a proposito di medicine…) mi sono ritrovato ad essere visitato dalla dottoressa e dalla sua assitente.

Cambiato tutto per 4 giorni, alimentazione (solo vegetale) e alle 7 del mattino YOGA, poi colazione e poi tempo libero e meditazione a mezzogiorno.

DSCN1280

Di pomeriggio invece si fa il trattamento che si chiama anche massaggio ma non andiamo fuori strada… non è “quel” massaggio che si può pensare.

Consiste in due uomini, forzuti ed esperti, che ti fanno sedere su uno sgabello ed iniziano a cospoargerti l’olio medico, due tipi, sulla testa massaggiandola.

Poi ti fanno sdraiare in 4 posizioni diverse su un tavolo fatto apposta, a pancia in su, di traverso a destra, pancia in giù, di traverso a sinistra, massaggiandoti e riempiendoti di olio da ogni parte del corpo, schiacciando anche forte su alcuni punti, piedi, gambe, braccia e mani in particolare.

Non ho urlato quando andavano diretti sulle gambe, chiedendo però di fare più adagio perché avevo una Mezza nelle gambe… hanno fatto finta di capire ma sono andati avanti lo stesso!

Stasera è venuta in camera la dottoressa ed assistente per sapere come stavo e come era andato e le ho esternato la mia soddisfazione.

Nel pomeriggio, mi sono seduto su una panchina in riva al fiume, a leggere un libro, di Deepack Chopra naturalmente…. Ma finalmente dopo tanto tempo ho avuto un attimo tranquillo pensando a me stesso.

E’ cominciato il viaggio, andiamo avanti!

Annunci

2 Responses to re: vado a trovare me stesso – 21 Gennaio – ALUVA, Kerala

  1. Emma says:

    Sono contentissima per te e come vanno bene le cose. Che cosa stai leggendo di Deepack Chopra?

    • Emma, ho quì 3 libri di D.C.

      Sto leggendo “Benessere Totale” gli altri due sono:
      Reinventare il corpo, risvegliare l’anima
      La mia via al benessere

      Quello dello YOGA l’ho lasciato a casa perchè l’ho letto 2 volte.. 🙂

      Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Forever Asleep

Ramblings of a 20 something about health, weight loss, books, movies, and life

Initiation

Sharing the light - Removing the veils

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

Kinky and Fashion

Recensioni, consigli e idee sulla moda Fetish

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: