re: le fontane mancanti di Rimini

Ieri ero a Riccione e in tabella avevo 24K da correre.

Ogni volta che sono a Riccione, è abbastanza facile preparare un lunghissimo perchè si va o da una parte o dall’altra, verso Cattolica da una parte o verso Rimini dall’altra, si fa esattamente (più un po’) del percorso a metà e poi si ritorna indietro.

Ho fatto diversi lunghissimi quì, fino al più lungo i 38K, 3 settimane prima di correre una Maratona, quelli che li senti, ti fanno sentire se quelle dieci settimane prima sono state proficue sulle gambe o no.

Li ho fatti sempre verso Cattolica… ed in quel caso arrivando quasi a Pesaro.

Ieri ho rifatto nuovamente un errore che mi ero dimenticato in precedenza e che mi ha rovinato l’allenamento per il disappunto che ho provato, sia per il fatto che mi sia dimenticato che già era accaduto e secondo, più importante, in una terra in cui si decanta l’ospitalità, il fare bene, il sorriso, sembra che dei RUNNERS a nessuno gliene importi più di tanto ma non solo di loro, ma anche a persone anziane, bambini, gente che vuole bere un sorso di acqua, in particolare nella calda estate.

L’erroraccio che ho fatto infatti è andare in direzione Rimini, dove NON c’è una fontana per 14 chilometri… non esistono… se vuoi bere devi (pagare) ed andare in un bar… che però ora, fuori stagione sono tutti chiusi, ed i servizi quindi diventano un deserto, in un posto dove, (quando conviene!) trovi anche le cose alle 4 del mattino… ma acqua NO!

Mentre correvo mi sono chiesto per la seconda volta, tirando accidenti, come mai i RUNNERS di Rimini e di tutti i comuni da Riccione, non abbiamo rimostrato, attraverso le rispettive segreterie comunali, il disappunto di non avere neppure una fontana per 14 chilometri, in riva al mare! ASSURDO!

Ovvio che quando si fanno lunghi senza acqua è un vero disastro… oltre al nervoso che si accumula non si riesce a correre tranquilli fino a che nel porto nuovo, oltre al canale, ci sono 4 fontane in fila di cui una solo ne funziona ma almeno si riesce a bere.

E mi chiedo… gli anziani, i bambini, la gente che vuole bere un goccio di acqua da una fontana deve andare per forza al bar per farlo e questa è una grave ingiustizia di un sitema di fare le cose che sta diventando sempre più opportunista e rivolto al mero guadagno.

Un buona amministrazione comunale, particolarmente nella decantata Romagna, dovrebbe tenere presente che i servizi bisogna darli, dalle fontane a tutto il resto senza perpetuare il fatto che per bere acqua bisogna per forza spendere!

Ma non avevamo fatto un referendum apposito per questo, rimostrando il disappunto di tutti gli Italiani al fatto di far diventare l’acqua un business? Dove sono finiti questi propositi?

Tengo a precisare che invece dall’altra parte (Marche) le fontane ci sono, abbondanti, da Misano Adriatico a Cattolica a Gabicce…. tante, abbondanti, pulite e funzionanti!

Immagine

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Forever Asleep

Ramblings of a 20 something about health, weight loss, books, movies, and life

Initiation

Sharing the light - Removing the veils

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

Kinky and Fashion

Recensioni, consigli e idee sulla moda Fetish

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: