re: il cammino di Santiago (partenza)

Parto per questo viaggio da dove l’anno scorso sono partito dalla Cattedrale di Notre Dame per arrivare a Mont Saint Michel e questa volta dalla Tour Saint Jacques nel più antico Cammino dei Pellegrini che arriva a Santiago di Compostela.

Parto grazie a Stefano Oldrati del negozio di Rozzano, Effetto Bici, che pazientemente ha preparato questa splendida bicicletta, che abbiamo personalizzato esosport bike visto il prossimo lancio che l’azienda dove lavoro sta facendo per il recupero e il riciclo dei pneumatici da bicicletta e le camere di aria.

L’esperienza dell’anno scorso è servita per non farmi caricare troppe cose e nonostante questo ho un bel peso da portarmi dietro…

Stesso mezzo che però non porta le biciclette fuori (Flixbus) e quindi dovrebbero essere imballate in scatola smontate, ma io mi presento in bici e a pieno carico e dopo una discussione con uno degli autisti prendo il mio sacco a pelo, un telo che mi porto sempre dietro e che mi da l’idea di ‘casa’ e smonto le due ruote della bici (tirando qualche…) e avvolgo la bici in qualche modo nell’imballo di fortuna 🙂

Salgo in autobus si parte e nonostante il primo diverbio chiacchiero con gli autisti un po’ di tempo durante il viaggio, uno Ucraino e l’altro Rumeno, belle persone, che lavorano per una azienda di Varese e che hanno le Famiglie nei rispettivi paesi.

Ci lasciamo il mattino dopo a Parigi (06:45) abbracciandoci e augurandoci ogni bene!

Rimontare due ruote sembra una cosa da nulla, ma dopo 12 ore quasi sempre sveglio, alcuni giorni prima a paletta con lavoro e preparativi e alle 06:45 del mattino nella stazione di Bercy delle corriere, diventa una piccola impresa.

Quella dietro non entra, altre…. ma alla fine si incastra!

Monto tutto, comodissimo, le borse Ortlieb valgono quello che costano, ed esco, Parigi è mia, pochissimo traffico è presto al mattino e siamo in Agosto, anche i Parigini vanno in vacanza. (ma la tv dice che uno su due riesce ad andare) anche qui non sono solo ‘Vie en Rose’ la vita è dura, si vede.

Avevo già guardato la cartina e conosco bene questa città e in poco tempo arrivo alla Tour Saint Jacques, deserto, il sole che sta salendo e le strade bagnate.

Dimenticavo, fa freddo, ma davvero freddo per chi sta arrivando dai 35 gradi di Milano, ci sono almeno 20 gradi in meno… si sente ☃️

Giro intorno alla Torre, che prima aveva attaccata la Chiesa che fu distrutta durante la rivoluzione Francese
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Tour_Saint-Jacques

Statua del fisico Pascal in mezzo nel basso la statua di San Giacomo là in alto, magnifica, l’avevo vista tante volte ma mai con questa emozione.

P1060679

Ma quì c’è scritto perchè ho scelto di fare il percorso più antico e lungo.

Dati Tecnici:

Screenshot (4)

Annunci

2 Responses to re: il cammino di Santiago (partenza)

  1. cinzia2015 says:

    Buon viaggio Nicolas!
    Ti porto nel mio cuore, che sono in giro per montagne a far fatica come te!
    A presto!
    Un abbraccio
    Cinzia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Forever Asleep

Ramblings of a 20 something about health, weight loss, books, movies, and life

Initiation

Sharing the light - Removing the veils

passoinindia

Passi ... per avere nuovi occhi ... (Cultura, Storia, Spirtualità & Viaggi in India) (Travel, Culture & Spiritual experience about India). Blog del Tour Operator PassoinIndia www.passoinindia.com per i tuoi viaggi in Oriente.

Kinky and Fashion

Recensioni, consigli e idee sulla moda Fetish

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: